mercoledì 13 giugno 2018

IMU a Vercelli. Scadenze e calcolo online

L'IMU (tassa sugli immobili) fa parte della IUC, che comprende anche la TASI (tassa sui servizi) e la TARI (tassa sui rifiuti).

Di seguito trovate le informazioni relative alla tassa sulla casa (a Vercelli) già segnalate in precedenza, tutt'ora valide.

Non è dovuta per l'abitazione principale e le sue pertinenze. Tranne che per le abitazioni "di lusso", di categoria A/1 (di tipo signorile), A/8 (ville) e A/9 (castelli e palazzi di pregio storico). In questi ultimi tre casi, l'imposta è dovuta.

Dal 2016 la base imponibile è ridotta del 50% per le case concesse in comodato d'uso gratuito ai parenti di primo grado (genitori-figli). Anche qui sono però escluse le abitazioni di lusso prima elencate.

L'Imu 2018 prevede, come gli scorsi anni, due scadenze:
  • 18 giugno (perché il 16 giugno è un sabato)
  • 17 dicembre (perché il 16 dicembre è una domenica)
Il pagamento dell'importo dovuto avviene tramite Modello F24, reperibile presso banche o uffici postali (o scaricabile online sul sito dell'Agenzia delle Entrate). L'operazione è gratuita, non ci sono commissioni.

Per quanto riguarda Vercelli, il codice del Comune da utilizzare è L750.
Mentre i codici tributo variano da 3912 a 3924, a seconda della tipologia dell'immobile.

Informazioni
Per informazioni conviene rivolgersi presso gli uffici comunali dei tributi, il Servizio Entrate di piazza Municipio 3, nei seguenti giorni e orari:

lunedì, martedì, mercoledì e venerdì ore 9-12.30
giovedì ore 14-16

Numero di telefono: 0161.596225.
Indirizzo email: sportelloentrate@comune.vercelli.it.

Risorse
- Imu e Tasi - Calcolo online (calcolo, rate, esempi, casi particolari)
Vercelli, tasse: TASI, IMU e TARI (scadenze e calcolo online)

Seguono articoli del passato

Per il saldo finale dell'Imu, anche a Vercelli, si ricorda la scadenza del 16 dicembre. In questa pagina trovate sia i riferimenti degli uffici tributi, sia i collegamenti ad altre risorse sul tema tasse.

Vercelli fa parte di quei Comuni in cui l'aliquota dell'Imu, nel 2013, è stata aumentata (allo 0,5%) rispetto alla tariffa base imposta dallo Stato (0,4%). La differenza che ne consegue (0,1%) sarà pagata dallo Stato per il 60% e dai cittadini per il restante 40%.

In occasione della prossima scadenza per il versamento l'amministrazione comunale pubblica alcune informazioni utili per i cittadini, compreso il calcolatore online per ottenere il saldo della Mini Imu.
Si deve utilizzare il modello F24, disponibile in Posta o in banca (Codice ente: L750, Codice tributo abitazione principale: 3912, Codice tributo terreni agricoli: 3914, Codice tributo per gli IACP: 3918).

Nessun commento :

Posta un commento