Tor des Geants, sette giorni di corsa estrema sulle Alpi

Il prossimo appuntamento con Tor Des Geants (edizione 2019) avrà luogo tra il 6 e il 15 settembre.
Il percorso previsto è di 330 km. Oltre 2.000 trail runners in gara.

Interessanti iniziative sono in programma per la decima edizione, che vedrà partecipanti provenire da ben 76 nazioni differenti.

Quattro le gare: Tor des Glaciers (che non è tracciato, obbligatorio il navigatore GPS), Tor des Géants, Tor30 Passage au Malatrà e Tor130 Tot Dret (che sono tracciati tramite bandierine e altri segnali); 940 km in totale, un dislivello complessivo pari a 70.300 metri.

Sentieri lungo le pendici delle più alte vette delle Alpi. Partenza da Courmayeur alle 12.00 dell'8 settembre (domenica). Percorso da completare entro le 18.00 di sabato 14 settembre (150 ore). Il giorno dopo ci sarà la premiazione presso il Mountain Sport Center.

I corridori sono tenuti a studiare la traccia prima di partire. Sul pettorale sarà presente il numero di emergenza da utilizzare in caso di bisogno. Non si può "accorciare" il percorso con scorciatoie.
Ogni 8 km circa vi sono i punti di rifornimento ufficiali, in alcuni vi è anche la possibilità di un breve risposo (massimo due ore). Ogni 50 km circa punti più attrezzati (pasti caldi, docce, riposi più lunghi).

Una gara che richiede una gran dose di energie e tanta determinazione.

Sul portale web www.tordesgeants.it, oltre a tutte le informazioni e ai continui aggiornamenti sulla corsa, è possibile usufruire della diretta video, grazie ad una webcam.

Segue edizione passata

Partito ieri, domenica 7 settembre, il "Giro dei Giganti" si fermerà solo dopo 330 chilometri il prossimo 14 settembre. La corsa, conosciuta come "Tor des Geants", è ormai diventato un appuntamento sportivo di rilievo internazionale.

L'evento si svolge sulle Alpi della Valle d'Aosta; il percorso inizia e termina a Courmayeur, passando dai 1000 metri di altitudine agli oltre 2500 metri.

Dopo la prima notte sono stati registrati 57 ritiri da parte di persone che hanno rinunciato a proseguire.
Al momento guida il gruppo un francese, Trivel Lionel, seguito dall'italiano Colle Franco; per le donne la prima, sempre francese, è Lecomte Emilie, davanti alla svizzera Zimmermann Denise. Ma è ancora presto per fare pronostici, tutto può cambiare da un giorno all'altro, senza contare che potrebbero esserci altri "ripensamenti".

A disposizione dei corridori alcune postazioni di ristoro, riposo e pronto soccorso. Poi ci sono le sette basi che suddividono il tracciato in settori.

Nessun commento :

Posta un commento