mercoledì 19 aprile 2017

Tre giorni per il giardino. I migliori floro-vivaisti, Castello di Masino

Anche per quest'anno è stata programmata l'iniziativa del FAI (Fondo Ambiente Italiano), in collaborazione con l'Accademia Piemontese del Giardino, presso il Castello di Masino, in provincia di Torino.

L'edizione 2017 di "Tre giorni per il giardino" si terrà da venerdì 28 aprile a lunedì 1° maggio. Le giornate son tornate ad essere 4, rispetto alla tradizione, grazie al ponte con la Festa dei Lavoratori, che ha reso possibile il prolungamento della manifestazione.

Si tratta di un'affascinante mostra-mercato floreale di alto livello alla quale partecipano molti espositori: circa 160 vivaisti provenienti da tutta Italia e dall'estero.
Un appuntamento da non perdere, sia per coloro che lavorano nel settore, sia per le famiglie e le persone che vogliono conoscere nuove piantine, fiori diffusi in paesi vicini e lontani.

Sono previsti appuntamenti a tema e spazio anche per i bambini, con attività didattiche e divertenti laboratori (a contatto con la terra, la cura dell'orto). In programma incontri e presentazione di libri.

La manifestazione nacque da un progetto pensato da Marella Agnelli e Paolo Pejrone nel lontano 1992. Il loro obiettivo era quello di fornire al pubblico un prodotto di qualità, incentrato sulla bellezza e sulla diversità; un luogo dove far incontrare i migliori espositori in circolazione con i giardinieri alle prime armi. Un modo per diffondere e sviluppare il "know-how" del "pollice verde".

Tre giorni per il giardino 2017

Luogo e orari
Castello di Masino - Caravino (Torino)
da venerdì 28 aprile a lunedì 1° maggio 2017
venerdì dalle 14 alle 18
sabato, domenica e lunedì dalle 10 alle 19.

Foto di Dario Fusaro (2013) © FAI - Fondo Ambiente Italiano

Prezzo biglietti d'ingresso
10 euro (15 euro con visita al Castello)
5 euro - under14
4 euro - tesserati FAI
gratis - residenti

Informazioni
Per contattare il Castello di Masino (FAI) telefonare al numero 0125.778100, oppure scrivere via email a faimasino@fondoambiente.it. In loco sono presenti dei punti ristoro.

Nessun commento :

Posta un commento