mercoledì 15 giugno 2016

Due piemontesi tra i 50 migliori ristoranti del mondo

Lunedì scorso, 13 giugno 2016, si è tenuta la quindicesima edizione del World's 50 Best Restaurants Awards, cioè le premiazioni per i cinquanta migliori ristoranti del mondo.

Quest'anno l'evento si è svolto a New York e non a Londra come in passato. Il premio è infatti nato in Inghilterra, dalla rivista britannica "Restaurant".

Prende in considerazione locali di tutti i paesi, valutandone le caratteristiche gastronomiche e altre qualità come ad esempio l'accoglienza, la presentazione...

Per la prima volta, da quando è stato istituito il premio, sul podio, come miglior ristorante in assoluto, ne troviamo uno italiano. Si tratta dell'Osteria Francescana di Massimo Bottura, che si trova a Modena, in via Stella 22 (www.osteriafrancescana.it).

La scalata in classifica del ristorante modenese è iniziata nel 2013, quando arrivò al terzo posto; posizione confermata l'anno successivo (nel 2014). Poi il secondo posto del 2015 ha anticipato le "ambizioni" dell'Osteria Francescana, giunta oggi in vetta.

Premiazione dell'Osteria Francescana
Copyright: The World’s 50 Best Restaurants
Tra i motivi che hanno spinto la giuria a scegliere Massimo Bottura troviamo la scelta degli ingredienti della cucina tradizionale, le cinque stagionature del Parmigiano Reggiano, i primi come le tagliatelle al ragù e il risotto mantecato con emulsione di succo di vitello.

Ottimo risultato. Che va aggiunto ad altri riconoscimenti per la cucina italiana: nella classifica dei primi 50 ristoranti del mondo si sono piazzati, in tutto, quattro realtà gastronomiche del "Bel Paese".

Dopo il primo piazzamento dell'Osteria Francescana, il secondo locale italiano premiato si trova al 17° posto ed è piemontese: "Piazza Duomo" di Enrico Crippa, ad Alba (provincia di Cuneo) in piazza Risorgimento 4 (www.piazzaduomoalba.it).

Terzo migliore italiano e 39° a livello internazionale si è piazzato il ristorante "Le Calandre" della famiglia Alajmo, situato a Sarmeola di Rubano, provincia di Padova, in via Liguria 1 (www.alajmo.it).

Infine, come quarto migliore ristorante italiano, secondo tra quelli del Piemonte e 46° nel mondo c'è il Combal Zero di Davide Scabin, inserito nella splendida cornice del Museo d'Arte Contemporanea al Castello di Rivoli (Torino), piazza Mafalda di Savoia (www.combal.org).

Dunque, del buon risultato dei ristoranti italiani, particolarmente contenti possono essere i piemontesi, che si aggiudicano due riconoscimenti su quattro.

Online è disponibile la classifica completa con tutti i nomi (e i paesi) dei ristoranti premiati, non solo i primi 50 ma dal 1° al 100° posto. Ecco qui il collegamento: The World's 50 Best Reastaurants.

Per quanto riguarda il resto del mondo, la Spagna ha sbaragliato tutti con i suoi dieci ristoranti tra i migliori cinquanta.

Nessun commento :

Posta un commento